Dal 4 novembre sarà possibile iscriversi a Ca' Foscari Alumni
Lascia la tua mail per restare informato

Alumnus dell'Anno 2018: i finalisti

O in questo caso... le finaliste!

Scopri i profili dei candidati del 2018 e vota subito colei che secondo te dovrebbe vincere il premio Alumnus dell'Anno 2018. 
 
Possono partecipare tutti gli associati a Ca' Foscari Alumni, esprimendo la propria preferenza al voto telematico.
 
C'è tempo fino al 18 novembre, h 23.59!
 

>> Clicca qui per votare <<

 
 
Non sei iscritto a Ca' Foscari Alumni? 
Sei ancora in tempo! Per iscriversi: bit.ly/iscrivitiCFA
Per i nuovi iscritti: può essere che la vostra mail non venga accettata immediatamente dal sistema di voto, in caso riprovate a distanza di qualche ora o scriveteci a alumni@unive.it. 
 
 

Profili dei finalisti: 

 

 
Irene Cao, nata a Pordenone nel 1979, è una scrittrice. I suoi romanzi sono conosciuti sia in Italia che all’estero.
Ha studiato Lettere Classiche all’Università Ca’ Foscari di Venezia, dove ha conseguito anche un dottorato in Storia Antica. Ha insegnato materie umanistiche al liceo, si occupa di giornalismo, pubblicità e cinema.
Il suo esordio letterario avviene nel 2013, con la trilogia "Io ti guardo", "Io ti sento", "Io ti voglio", pubblicata da Rizzoli e tradotta in 14 lingue estere: l’opera, annunciata come il caso editoriale dell’estate 2013, vende 350 000 copie in Italia in meno di un anno.
Sempre per Rizzoli nel 2014 pubblica il dittico "Per tutti gli sbagli" e "Per tutto l’amore", al momento tradotto in 4 Paesi stranieri, e nel 2016 sempre per Rizzoli il romanzo "Ogni tuo respiro".
Con il racconto "Noi Tre" partecipa all’antologia "Io sono il Nordest" (Apogeo 2016), progetto a sostegno delle donne vittime di violenza.
Il 2018 segna il grande ritorno della storia che ha fatto innamorare migliaia di lettrici: a giugno esce il suo settimo romanzo, "Io ti amo", sequel della prima fortunata trilogia. Inoltre la scrittrice si occupa di regia e fotografia, realizzando “Un Cuore in Viaggio”, un esperimento cinematografico pensato per il web, ora sul suo canale YouTube tra città e suggestioni che hanno ispirato i suoi romanzi.
 
Giornalista, autrice di servizi legati in particolare all’Asia. Laurea quadriennale in lingue e civiltà orientali all’Università Ca’ Foscari di Venezia, ha studiato giornalismo al master dell’università di Torino e finanza d'impresa alla Challenge School di Ca' Foscari.
Collabora con Report, di Rai 3, e con Outlook, di BBC World Service. È co-fondatrice del centro di giornalismo d’inchiesta italiano IRPI (Investigative Reporting Project Italy) ed è membro italiano di ICIJ (International Consortium of Investigative Journalists). Dal 2007 i suoi servizi sono stati pubblicati e trasmessi dalle principali testate italiane e internazionali, inclusi the Guardian, the Japan Times, Al Jazeera, The Diplomat, Internazionale, Il Sole 24 Ore e il TG di La7. 
I suoi lavori hanno ricevuto una serie di riconoscimenti tra cui il premio per la libertà di stampa di Reporter sans frontières e Unesco (Austria) e il premio corrispondente speciale “Florido Borzicchi”. Nel 2016 ha fatto parte della squadra giapponese dell’inchiesta Panama Papers, che ha ricevuto il Premio Pulitzer nel 2017.
Nel 2013 è stata Transatlantic Media Fellow del Centro di studi strategici internazionali (CSIS) di Washington DC, viaggiando 90 giorni negli stati uniti con un progetto di ricerca sulle comunità coreane e nippo-americane negli Stati Uniti.
 
Appassionatra di finanza, nasce a Cittadella (Padova) nel 1984. Si laurea con lode a Ca' Foscari in Economia e Finanza (laurea triennale e laurea specialistica), frequentando durante gli studi la prestigiosa Harvard University, dove ottiene certificati in Behavioral Finance e Financial Derivatives.
Dopo un inizio di carriera nel 2008 in Piazza Affari a Milano con il team di Markets Supervision/Trading Surveillance di Borsa Italiana, decide di continuare gli studi negli Stati Uniti con un Master of Financial Engineering presso la rinomata University of California, Berkeley. Nel 2015 frequenta anche l’Executive Program della Singularity University in Silicon Valley, un programma intensivo che esamina come le tecnologie del futuro impatteranno il mondo in cui viviamo. A San Francisco viene subito assunta da BlackRock, il più grande gestore finanziario al mondo. Durante i primi 5 anni nel titano finanziario svolge il ruolo di market risk manager, con responsabilità di oversight sui fondi obbligazionari passivi gestiti nel Nord America. Nel 2016 diventa portfolio manager, un'opportunità per entrare nel cuore del business di BlackRock. Da quel momento si specializza nella gestione di fondi obbligazionari ad alto rendimento, inclusi gli ETF iShares. 
Tra le altre passioni di Giulia ci sono anche la musica e il fitness. 
 

La premiazione del vincitore si terrà in occasione dell'annuale Ca' Foscari Forward, il 1 dicembre 2018. Ti aspettiamo, non mancare!